Lago delle Baste

46°28’03”N 12°04’54”E

Raggiungere il Lago delle Baste vuol dire percorrere uno dei sentieri più interessanti dell’area vicino a Cortina d’Ampezzo.
Questo piccolo lago è situato nella vallata alpina Mondevàl che a sua volta è compresa nel gruppo dolomitico Croda da Lago – Cernèra.
Questa vallata è composta da un pianoro situato tra circa i 2.150 e i 2.350 mt di altitudine e viene racchiuso tra le alte mura del Lastoi de Formin, il monte Corvo Alto, il Becco di Mezzodì e il Col Duro.

Raggiungere questo specchio d’acqua non è per niente difficile e in circa 6h (comprensive del ritorno) di camminata riuscirete tranquillamente a raggiungere sia il laghetto sia la cima del Monte Mondeval – Corvo Alto.
Il nostro percorso parte dal famosissimo Passo Giau (2.236 mt), qui avrete modo di parcheggiare in tutta tranquillità l’auto e raggiungere l’imboccatura del sentiero n°436 (un tratto dell’Alta Via delle Dolomiti) dal quale partirà proprio la nostra camminata.

Il tragitto di per sé non presenta alcun tipo di pericolo come crepacci o sporgenze pericolose però, come sempre del resto, quando si fa trekking in montagna bisogna prestare un minimo di attenzione.
Vi consiglio di prendervi per tempo e arrivare la mattina presto in modo da riuscire a trovare un parcheggio decente.
Altra nota: il percorso non è adatto a passeggiate con bambini piccoli o per chi ha intenzione di intraprendere la camminata con un passeggino.

Una volta superato il parcheggio proprio di fronte al rifugio del passo seguite il sentiero n°436 che vi porterà a costeggiare il Col Piombin.
Una volta superato quest’ultimo scenderete di qualche metro lungo una depressione costeggiando sempre la parete rocciosa sulla destra per poi risalire il sentiero che costeggia il Lastoi de Formin.

Una volta raggiunta la “cima” del percorso avrete modo di osservare, voltandovi, una vista spettacolare: l’intero Passo Giau sulla sinistra e l’intero complesso delle 5 Torri sulla destra.
Questo punto, oltre che molto scenografico, risulta essere un vero e proprio crocevia di sentieri e tornando sui nostri passi potrete tranquillamente scorgere in lontananza il Lago delle Baste più il profilo delle cime Mondeval e Piz del Corvo.

Lasciando il sentiero 436 si prosegue per il sentiero che porta direttamente sul laghetto passando tra un alternarsi di massi di roccia e distese di erba.
Una volta raggiunto questo specchio d’acqua la visuale sarà totalmente diversa quanto spettacolare, se siete fortunati trovando una giornata limpida potrete tranquillamente scorgere i monti Pelmo, Penna e Pelmetto riflettersi sul lago.

Vedere questa iconica scenografia delle Dolomiti è già di per sé un trofeo ma per chi volesse, come noi, raggiungere la cima del Monte Mondeval basta superare il lago e seguire il sentiero che da sulla destra fino a raggiungere la vetta a quota 2.445 mt.


Gallery